Proietti Oscar, Console
Bini Filippo, Vice Console

Adanti Gaspare
Barattini Davide
Bastioli Francesca
Biagetti Riccardo
Bastioli Claudio
Bicerna Francesco
Ciancaleoni Giovanni
Mengana Luca
Michele Nani
Ottavi Agostino
Paolucci Massimiliano
Potalivo Luca
Proietti Francesco
Ricci Mauro
Rosati Elia
Rossetti Guglielmo
Tasselli Francesca

Ci vuole pollo, vitello e maiale tagliati a dadini grossi come un boccone.
Brodo di carne, tuorli d’uovo, aceto di vino, succo d’uva bianca.
Pepe nero, zenzero in polvere, noce moscata e sale.
Partare ad ebollizione il brodo ed aggiungere la carne facendola bollire coperta a fuoco lento.
A cottura ultimata togliere la carne e metterla da parte.
In una ciotola con i tuorli d’uovo, sbattere l’aceto, il succo d’uva e le spezie.
Riportare il brodo a bollore, versare all’interno della pentola la carne ed il composto fatto con l’uovo.
Girare energicamente per cinque minuti e terminare la cottura.
Servire calda.

Ci vuole grano senza lolla, brodo di carne o vegetale, latte, tuorli d’uovo, zafferano e sale.
Si fa bollire il grano finchè non scoppia.
Poi toglierlo dall’acqua e sciacquarlo accuratamente sotto acqua corrente facendolo scolare e raffreddare.
In un tegame ben largo si unisce a questo grano del latte e del brodo.
Si fa bollire lentamente mescolando, per evitare che il tutto si attacchi sul fondo.
Verso fine cottura vi si aggiungano i tuorli d’uovo, lo zafferano ed il sale, continuando a cuocere per pochi minuti senza far bollire.
La consistenza finale della zuppa dovrebbe essere quella di una salsa densa.
Si presta bene come accompagnamento alla carne di cervo, di daino ma anche di montone.

Scottate una zucca di media grandezza, privatela della buccia e passatela al setaccio aggiungendovi un pò di prezzemolo fresco tritato.
Mettete l’impasto ottenuto in un recipiente e unitevi ricotta, formaggio grattugiato, un pò di noce moscata, sale e pepe.
Lavorate accuratamente il tutto e lasciate riposare.
Preparate nel frattempo una sfoglia tradizionale, fatene dei quadrati, farciteli con il composto di zucca e richiudeteli a mò di tortello.
Questi tortelli si cuociono in acqua abbondante e si condiscono con sugo a piacere, accompagnato da una spolverata di formaggio pecorino..

Mondare dei carciofi eliminando le foglie dure, poi tenerli a bagno in acqua fredda acidulata.
Rassodare delle uova immergendole una alla volta in acqua bollente per 10 minuti.
Sgocciolarle, raffreddarle e sgusciarle, per poi dividerle in quartini.
Lessare in acqua bollente leggermente salata i carciofi, sgocciolarli, asciugarli e
dividerli a spicchi per presentarli al centro di un’antipastiera conditicon una salsetta
composta d’olio, succo di limone, sale, pepe.
Rifinite la portata con i quartini d’uova sode adagiati a cerchio intorno ai carciofi.

Rassodate delle uova immergendole una alla volta in acqua bollente per dieci minuti.
Sgocciolate, rinfrescate sotto l’acqua corrente, farle raffreddare e asciugarle bene.
Con un pennellino dipingetevi sopra una croce con un colore naturale rosso.
Servite le uova preparate in un cestino passando a parte dei buoni salumi affettati.

Ci vuole vino rosso secco, tuorli d’uovo, pepe nero, chiodi di garofano, zafferano e sale.
Mescolare vino e spezie con i tuorli d’uovo su una pentola sopra fuoco moderato.
Quando comincia a bollire, abbassare la fiamma e far cuocere per dieci minuti.
Versate sopra alla carne di maiale cotta con qualsiasi tipo di cottura.

Prendi miele bollito e schiumato e noci un poco peste.
Cuoci insieme a spezie.
Bagnati la palma della mano con l’acqua et estendilo.
Lascia freddare e puoi ponere amandole e avellane in luogo di noci

E’ praticamente il croccante del medioevo che poco si discosta da quello moderno.
Viene fatto con zucchero fuso bollente e frutti secchi di bosco, quali:
– noci
– mandorle e
– nocciole (le avellane)
Nel medioevo si usava aggiungere delle spezie che sono andate poi scomparendo dalla ricetta.